La biblioteca dei miei sogni

HIGHMORE-J_biblioteca1

Carino 3Oggi vi parlo nuovamente di metaletteratura! Voglio infatti raccontarvi dell’ultima lettura che ho fatto, intitolata “La biblioteca dei miei sogni”, di Julie Highmore, edito da Salani.
Per la gioia di alcuni di voi, o almeno spero, si tratta nuovamente di una storia incentrata su un club di lettura, tema che sembra essere di particolare interesse e che effettivamente non delude.
L’unica cosa un po’ deludente, come spesso accade, è il titolo, un pochino fuorviante.
Del resto abbiamo anche in questo caso, come è stato per “Il club delle cattive ragazze“, un piccolo gruppo di persone che si riunisce con l’intento di discutere di libri, accompagnandosi con stuzzichini e qualche drink, per poi finire con il creare relazioni umane di vario genere, intrighi e anche qualche missione speciale.
La lettura non è stata per me entusiasmante come quella del libro di Sophie Hart, ma devo dire che è stata comunque molto gradevole e rilassante, sebbene sia scritto in un modo a tratti leggermente trascurato, come se l’autrice avesse fretta di arrivare al dunque.
Alcune parti sono infatti date un po’ per scontate, finendo per sembrare un po’ banali, ma questo non priva la storia di una sua scorrevolezza. Inoltre, come sottolineo spesso, se si è motivati a terminare la lettura perché attratti dall’argomento trattato, si riescono a tralasciare i difetti, per godere del piacere della compagnia di questi personaggi, alcuni un po’ strambi, altri molto dolci e altri ancora semplicemente incasinati!
Se anche voi siete curiosi di sapere come se la cavano Ed, Kate, Donna, Bob, Zoe e tutti gli altri personaggi che danno vita a questa storia, sfogliate questo libro, scritto dalla Highmore nel 2003 e uscito in Italia con Salani editore nel 2004, che è stato poi ripubblicato nel 2010 da TEA editore con la copertina che metto qui sotto:

9788850214433gVoi quale copertina preferite? A me piace di più quella di Salani Editore, ma anche l’altra non è male! E se non vi piace nessuna delle due potrete sempre ripiegare sul libro in lingua originale!

41BWrQpaOaL._SY344_BO1,204,203,200_

E ora non mi resta che augurarvi buona lettura!!!
Debbie

Annunci

39 thoughts on “La biblioteca dei miei sogni

  1. L’ho letto qualche mese fa e anche a me ha dato l’impressione che l’autrice volesse correre, carino si ma nulla di particolare e ne sono rimasta un po delusa.

  2. Ho letto vagonate di libri come questi, anni fa. Sono belle le copertine, carine le idee di base (secondo me studiate proprio per attrarre chi ama l’idea di amare leggere), ma poi alla fine sono solo storielle, scritte neanche tanto bene. Quando leggevo (anzi, divoravo) questi libri, pensavo sempre “Scrivere così sarei capace anche io”, cosa che non penso più da quando ho iniziato a leggere libri un po’ più complessi, soprattutto i classici.
    Insomma… questi sono libri di compagnia, secondo me. Ti intrattengono, ti fanno ammazzare il tempo, ti impegnano qualche serata, ma poi che ti lasciano?
    Mi sa che, con l’età, sono diventata un po’ snob! Sigh.

    • Sono d’accordo, anzi, d’accordissimo con te! Mi piace leggere libri, per cui l’idea è carina, ma appunto, come dicevo nel testo, qui si è rasentata la banalità. Certo è che quando proprio vuoi staccare la spina, in periodi come quello che sto passando in questo momento (su cui proprio meglio sorvolare), forse ricerchi cose un po’ più frivole, proprio per non doverti impegnare troppo! Secondo me non sei affatto snob! Penso che nella vita le persone attraversino fasi diverse, alcune volte siano più propense ad una letteratura più impegnata, altre ad una più frivola, come quando in tv non si guardano solo documentari ma anche programmi di mero intrattenimento, che non ti lasciano quasi nulla…! Comunque è appurato al 100% che questo romanzetto non è alta letteratura, e non potrei mai scambiarlo per tale!

      • Hai ragione, è una questione di fasi della vita. Non che ora legga solo classici russi, anzi, però a volte mi concedo libri più impegnativi e prima non lo facevo.
        Comunque, secondo me fanno quelle belle copertine apposta per farti venire voglia 😀

      • Io ho avuto la fase in cui leggevo solo classici russi *_* Alle superiori ero invasatissima, ho fatto anche la tesina di diploma incentrata su Dostoevskij! E mi sono pure messa a studiare un po’ il russo per amor suo ❤ Comunque sì, le copertine invogliano troppo!!! E poi….sbam! La delusione dietro l'angolo! 🙂 Baci baci :*

  3. Ciao tesoro… no dai brutto, troppo scontato questo! sarà perchè ne abbiamo già letti troppi e non ci sappiamo più accontentare??? ahhahah ciao bella ciao

  4. hahahhaha si stanno incasinando i mess.. le risposte di uno vanno su l’altro.. un casino!!! pensa chi legge hahahah già siamo abbastanza senza senso da sole… in più ci si mette il miscuglio di mess!!! ahhaha

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...